LOMMEL: GRAN PREMIO DEL BELGIO MXGP

07 agosto 2017

TEAM SUZUKI MXGP

Su uno dei tracciati più difficili al mondo, il Suzuki World MXGP ha avuto questo fine settimana una delle gare più difficili dell'anno. Entrambi i piloti, Kevin Strijbos e Arminas Jasikonis che indossavano il nuovissimo abbigliamento Prisma, sono andati in pista per la gara di qualifica del sabato, con lo scopo di fare bene. La nuova collezione, al top della gamma AXO da Motocross, presenta un nuovo design accattivante e alcune soluzioni ad alta tecnologia che calamitano il design unico del collo, che non si deforma, i materiali ad alta tenacità e il nuovo modello ridisegnato che migliora la vestibilità. Kevin non è riuscito a uscire perfettamente dal cancello ma è riuscito a rimontare velocemente e bene, finendo in decima posizione, mentre Arminas ha avuto un ottimo inizio ed ha fatto una gara fantastica, arrivando fino alla terza posizione, su un tracciato inondato, a causa delle pesanti precipitazioni, cadute prima della sessione delle prove cronometrate. In gara uno Strijbos ha fatto del suo meglio per recuperare posizioni dopo un inizio difficile, ma Arminas ha colpito di più, rimontando da ultimissimo alla prima curva, fino al 16esimo posto alla fine del primo giro. Il belga è riuscito a terminare al 13° posto ed il lituano all'11°, spingendo fino all'ultimo giro. Al secondo via, i due piloti Suzuki, indossando il nuovo completo Prisma bianco, arancione e giallo, decisamente accattivante, sono usciti molto bene dai cancelli, con AJ che si spingeva a prendere il terzo posto e "The Kid" che è caduto durante il primo giro della gara. Purtroppo "Shorty" ha dovuto affrontare una grande caduta e  si è ferito alle sue costole, vedendosi costretto al ritiro. Kevin ha fatto del suo meglio per recuperare un sacco di posizioni, finendo con un buon 11°. posto finale. Prossima gara tra 7 giorni sulla pista svizzera di Frauenfeld.
 

22 KEVIN STRIJBOS 13°- 11°
 

"Non è stata una grande giornata. Ho fatto dei cambiamenti ieri e purtroppo non sono riusciti come speravo. Ho messo un altro pignone per la prima manche, ma guidare con quella configurazione non è andata bene. È colpa mia, volevo provarlo, ma non funzionava come volevo. Nella seconda manche siamo tornati alle impostazioni di ieri ed è andata un po’ meglio. Sono scattato bene al via  di gara due ma poi sono caduto nel primo giro e ha dovuto rimontare. La mia gara è stata molto meglio però, non proprio al livello dei primi tre, ma mi sono sentito bene. Ho visto Max Anstie che incrociavo in diversi punti della pista e siamo rimasti nello stesso posto ma lui ha finito terzo. L'undicesimo è davvero il massimo che potevo ottenere dopo quella caduta. Mi aspettavo di più, ma non è andata così. Vincere l'anno scorso è stato eccezionale e non è facile farlo. È un peccato che AJ si sia infortunato anche alle costole perché penso che avrebbe potuto avere una vera e propria possibilità di fare bene qui e forse ripetere quello che io ho fatto nel 2016, ma non possiamo cambiare le cose adesso e dobbiamo andare avanti  alla prossimo gara.”


27 ARMINAS JASIKONIS 11°- DNF

“Purtroppo con il mio infortunio alle costole non sono riuscito a correre al 100% questo fine settimana. È un vero peccato perché non vedevo l'ora di correre questo round e credevo di poter fare bene qui. Nella seconda manche, quando sono passato in terza posizione, credo di aver mostrato la velocità che ho qui e come posso guidare sulla sabbia. La prima manche non è andata bene con  la caduta alla prima curva, ma sono comunque arrivato ottavo. In gara due poi, dopo essere arrivato al terzo posto, passando tutti quei piloti superiori sulla mia RM-Z450WS, ho avuto l'incidente che mi ha fatto sentire le vertigini. Combinate con il dolore alle costole, ho deciso che era meglio ritirarmi e cercare di essere il più sano possibile per il prossimo fine settimana.

HONDA 24MX
MXGP 9 KEN DE DYCKER DNF - 16°

“E’ stato un fine settimana impegnativo, su una pista molto segnata. Sabato stavo guidando bene in qualifica, ero quindicesimo quando mi sono dovuto ritirare per una caduta, così domenica partivo dall’ultimo cancello. Ad ogni modo sono riuscito a uscire dal cancello undicesimo in gara uno e le cose stavano andando molto bene prima che finissi la benzina nell’ultimo giro. In gara due la mia partenza è stata buona, ho curvato nei venti ed ho battagliato per rimontare fio ad una soddisfacente sedicesima posizione finale. Ora ci concentriamo in vista della prossima gara in Svizzera, su una pista a me sconosciuta.”


EMX HONDA 150

La serie europea riservata alle piccole Honda 150cc quattro tempi ha avuto il suo terzo appuntamento in Belgio, sulla pista sabbiosa di Lommel. Per i giovani piloti, arrivati da tutto il mondo è stata un’esperienza provante guidare su una pista così impegnativa, specialmente nella prima manche del sabato, quando la pista era bagnata e la sabbia pesante.  Il leader della serie, Andrea Adamo, è stato costretto al ritiro in gara uno, mentre era al comando ed ha vinto gara due la domenica, tenendo così la battaglia per il titolo aperta. La nuova tabella rossa è A. Nordstrom Graaf,  che ha vinto la prima manche e che ha terminato terzo la seconda dopo un drammatico duello con Luis Outeiro, ora secondo della classe, con due punti di ritardo dallo svedese e quattro di vantaggio sull’italiano.  Il quarto round del Campionato Honda EMX150 sarà ospitato, tra tre settimane, sulla pista svedese di Uddevalla.
 

A.NORDSTROM GRAAF DNF 1st.

“Vincere la gara è stata una sensazione bellissima. Sono grande per la moto, ma questo mi ha aiutato molto in queste condizioni particolarmente dure. Questa pista è molto difficile, ma ero molto veloce in curva. E’ stato incredibile.”


photo credits:  Davide Messora

Questo sito utilizza i cookie per migliorare la funzionalità e per garantirti un'esperienza di navigazione sempre ottimale. Se continui a visitare questo sito, acconsenti al loro utilizzo. Cookie policy
OK