LEON: GRAN PREMIO DEL MESSICO MXGP

03 aprile 2017

TEAM SUZUKI MXGP

Il Gran Premio del Messico, quarto round della MXGP, ha chiuso la prima fase del Mondiale Motocross, che si è svolta tutta oltreoceano. L'ultima delle quattro tappe esotiche è stata ospitata sull'impegnativa pista di Leon, costruita all'interno del Parque Metropolitano della città, dove i piloti del Team Suzuki World MXGP, hanno dato battaglia sin dalle prove del sabato mattina. Qualificati con il sesto ed il quindicesimo tempo, rispettivamente Kevin Strijbos e Arminas Jasikonis, hanno cercato di fare del loro meglio per guadagnarsi un cancello di partenza decente alla domenica, terminando settimo il pilota belga e tredicesimo il lituano. La superficie dura e scivolosa, formatasi dopo l'asciugarsi del profondo fango non ha facilitato il compito dei piloti che hanno dovuto affrontare anche le temperature elevate, il vento a tratti molto forte e la polvere abbondante lungo tutto il tracciato. In gara uno Kevin è riuscito a terminare in decima posizione una prova condizionata dalla partenza e dalla difficoltà di superare gli avversari, mentre Arminas ha chiuso tredicesimo, recuperando una partenza non irresistibile. In gara due entrambe i piloti sono partiti molto attardati ma hanno tuttavia recuperato diverse posizioni, chiudendo nuovamente decimo Strijbos e dodicesimo Jasikonis, portando così a casa un decimo ed un tredicesimo posto finale. Prossimo Gran Premio tra quindici giorni, sulla pista italiana di Arco di Trento.
 

22 KEVIN STRIJBOS -10°-
 

Kevin Strijbos: “E’ stata una brutta giornata, non mi sono sentito bene per tutto il fine settimana, penso di essermi ammalato durante il viaggio in aereo e con l’altitudine sono peggiorato ma non voglio cercare scuse. Non avevo energie in entrambe le manche ma la RM-Z450WS andava bene, il team ha fatto un gran lavoro ed eravamo pronti; è solo un peccato che non sia riusciti a ripagarli con i risultati. Faccio sempre fatica nei primi giri, ad inizio gara, cerco di fare del mio meglio ma qualsiasi cosa faccia, sembra essere la scelta sbagliata.”

27 ARMINAS JASIKONIS -13°-
 

Arminas Jasikonis: “Dovrebbe andare bene quando torneremo in Europa, potrò andare col mio camper alle gare; la mia ragazza e il bambino potranno venire e farmi sentire un po’ più a casa quando saremo in pista. Speriamo che le cose cambino direzione, sento di esserci vicino, devo solo farlo.”


photo credits:  Davide Messora

Questo sito utilizza i cookie per migliorare la funzionalità e per garantirti un'esperienza di navigazione sempre ottimale. Se continui a visitare questo sito, acconsenti al loro utilizzo. Cookie policy
OK