ARCO DI TRENTO: GRAN PREMIO DEL TRENTINO MXGP

18 aprile 2017

TEAM SUZUKI MXGP

Il quinto round del MXGP 2017 ha avuto luogo questo fine settimana all'ombra delle Dolomiti, nel bellissimo scenario della pista di Arco di Trento. Il circuito dal terreno duro ha accolto il meglio dei piloti del motocross mondiale per il quinto anno di fila e con una bella giornata di sole e le tribune naturali piene di spettatori, è stata una grande giornata di sport per gli appassionati di MX provenienti da tutta Europa per vedere i propri idoli all’opera. Entrambi i piloti del team Suzuki World MXGP hanno corso bene in Italia, portando a casa un'esperienza positiva, appena una settimana prima del prossimo round, che sarà ospitato in Olanda, sulla ben nota pista sabbiosa di Valkenswaard. Purtroppo Kevin è stato in grado di prendere punti solo nella prima manche, a causa di un problema tecnico nella seconda, ma Arminas ha centrato un top ten finale, suo miglior risultato finora quest'anno.
 

22 KEVIN STRIJBOS -15°
 

Kevin Strijbos: “Non ho ottenuto buona partenza nella prima manche, trovandomi circa ventesimo alla prima curva, ma poi ho iniziato a fare un sacco di sorpassi nel seguenti due curve, cosa che in precedenza era un mio punto debole, così questa è una cosa positiva. Ho finito per ottenere un nono posto, che era il meglio che potessi fare su questa pista, dove era così difficile superare. Mi sentivo bene, i tempi sul giro erano decenti e un quinto o un sesto posto sarebbe potuto essere possible. Poi nella seconda partenza, ho impennato, così ancora una volta ho dovuto rimontare ma, come nella prima manche, sono stato in grado di fare un sacco di sorpassi nelle prime curve ed sono risalito fino al decimo. Avevo una buona velocità, ma non riuscivo a chiudere il gap col pilota davanti e poi ad un giro dalla fine la moto ha smesso di funzionare, così ho lasciato perso posizioni.”

27 ARMINAS JASIKONIS -10°
 

Arminas Jasikonis: “E 'stata una buona giornata, sto migliorando in tutti i GP e penso che 12-11 non sia troppo male quando si guarda a tutti i piloti di GP esperti che sono arrivati davanti a me. E' stato un buon weekend per me, da prendere in considerazione. la pista era molto stretta e non c'erano tracce per passare, ma ho potuto comunque rimontare attraverso il gruppo, quando non molti ragazzi potevano farlo, quindi sono contento di questo; ho solo bisogno di lavorare sulle mie partenze un po’. Sono felice, ci sono alcune cose positive e devo un grande grazie alla mia squadra per aver lavorato così duramente per aiutarmi ad ottenere il meglio dalla nuova RM-Z450WS. il prossimo GP è su sabbia così ancora una volta cercheremo di migliorare e mettere insieme tutto per un risultato migliore.”


JTECH SUZUKI VALENTI 

Prima gara dell'anno per la squadra Jtech Suzuki Valenti che ha fatto il suo esordio stagionale con i suoi piloti a Arco di Trento questo week end. Dopo quasi due anni Ken De Dycker è tornato su un cancello di partenza di MXGP ed il gigante belga si è concentrato sopratutto su finire la gara e portare a casa il maggior numero di giri possibile, senza prendere troppi rischi, guadagnando la fiducia necessaria per guidare durante un Gran Premio dopo un tale un lungo stop. Per Giuseppe Tropepe l'obiettivo era di prendere punti e fare un solido primo passo nel Campionato del Mondo 2017. Entrambi i piloti hanno centrato il bersaglio e ora l'attenzione è sul sesto round della MXGP, in Olanda, tra sette giorni sulla pista di sabbia di Valkenswaard.

MXGP 9 KEN DE DYCKER -23°

Ventesimo durante la gara di qualifica del sabato, il pilota belga ha faticato un po’ alla prima partenza della domenica, passando alla prima curva fuori dai trenta e riuscendo a finire 26° nella prima manche. Alla seconda partenza Ken era ancora più lontano rispetto alla prima, ma ha trovato un buon ritmo che gli ha fatto guadagnare un sacco di posizioni, superando più di 10 piloti, per finire in 22à posizione gara due, per un 23° posto finale.

MX2 223 GIUSEPPE TROPEPE -22°

Dopo una gara di qualifica brillante al sabato ed una buona partenza nella prima manche, Giuseppe ha perso qualche posizione, lottando con gli altri piloti e terminando al 18° posto. In gara due l'italiano ha dovuto passare alcuni piloti, perché la sua partenza non è stata buona come nella prima manche e ha tagliato il traguardo 17° dopo una gara solida, per un 22° posto finale, che glia ha permesso di portare a casa i primi 7 punti dell'anno.


photo credits:  Davide Messora

 

Questo sito utilizza i cookie per migliorare la funzionalità e per garantirti un'esperienza di navigazione sempre ottimale. Se continui a visitare questo sito, acconsenti al loro utilizzo. Cookie policy
OK