Si è concluso il week end di gara ad Imola: un fine settimana bollente sia per le temperature finalmente estive, sia per le complicazioni, gli incidenti e gli stop forzati in tutte le categorie. Senza dubbio sarà un week end da ricordare per le innumerevoli bandiere rosse sventolate ad interruzione delle gare.

Purtroppo per Badovini, impegnato nella classe regina, è stato un week end complicato. Un 15esimo posto in gara 1 ed un guasto tecnico alla moto in gara 2 non hanno consentito al pilota biellese di esprimersi al meglio. “Sto lavorando molto assieme al team per migliorare la mia ZX10R. Il lavoro è costante ma ancora le condizioni non sono ottimali da consentirmi di guidare dando il 100%” . Anche per De Rosa un week end non brillante con un 14esimo posto in gara 1 e un 17esimo in gara 2. ““Ho provato a correre con un’altra gomma oggi ma la mia moto continua a muoversi molto – ho capito che la Superbike è fatta così, nel senso che è diversa rispetto alla Stock e che quindi devo imparare a convivere con questo. Devo cercare di andare più veloce con lo stile necessario per questa moto e spero di imparare in fretta. Il risultato non è il massimo ma mi auguro di poter migliorare in ogni gara che faccio…”

Anche in Superstock 1000, , la bandiera rossa è stata esposta per ben due volte, dopo le cadute di alcuni piloti. Dopo un ‘quick restart’, Faccani, sempre sesto in griglia, ha mantenuto quella posizione nei primi giri. Oscillando poi fra la quinta e la sesta posizione, l’italiano ha lottato con altri piloti nel gruppo degli inseguitori, tagliando il traguardo al quinto posto. “La gara è stata difficile e delle due ripartenze la terza è quella che è purtroppo mi è venuta peggio. Facevo fatica a fermare la moto in staccata e soprattutto a difendermi. Con il passo che avevo, direi che la posizione era più o meno quella, era difficile fare di più oggi. Le condizioni non erano certo facili. Comunque ringrazio tutto il team che ha lavorato tanto e alla fine abbiamo portato a casa un po’ di punti. Mi auguro di poter fare meglio tra due settimane a Donington.”

Purtroppo tra le varie cadute da registrare anche quella di Kevin Manfredi e di Luca Marconi, quest’ultimo elitrasportato all’ospedale di Bologna è stabile ma sedato. Ci auguriamo che si riprenda al più presto.

In Supersport 600 un buon 6° posto di Kyle Smith che ha dato il 100% in una pista da lui non molto amata.

Prossimo appuntamento a Donington tra 15 giorni.

SBK IMOLA: IL WEEK END DELLE BANDIERE ROSSE

15 maggio 2017

 

"</div

Questo sito utilizza i cookie per migliorare la funzionalità e per garantirti un'esperienza di navigazione sempre ottimale. Se continui a visitare questo sito, acconsenti al loro utilizzo. Cookie policy
OK